razza maltese

Alimentazione di un cane maltese: Qual’è la migliore?

Alimentazione di un cane maltese: Qual'è la migliore?

Alimentazione di un cane maltese: Qual’è la migliore?

In questo articolo scopriremo la migliore alimentazione di un cane maltese.

Il cane maltese è una razza di piccola taglia, è apprezzata e diffusa in Italia.

Dal punto di vista dell’alimentazione di un cane maltese, bisogna considerare le sue esigenze, infatti gradisce ingredienti naturali e non conservati e anche che siano digeribili e soddisfacenti per un palato tra i più raffinati tra le razze canine.

Il cane maltese vive solitamente negli appartamenti ed è portato alla compagnia, la solitudine lo rende triste e può essere predisposto a disfunzioni dermatologiche dovute ad allergie di carattere alimentare.

L’alimentazione di un cane maltese

L’alimentazione di un cane maltese deve comprendere in maggior misura alimenti naturali e freschi possibilmente derivanti da prodotti di carne o di pesce.

I prodotti con contenuto di pesce sono l’ideale quando il cagnolino soffre di intolleranze alimentari, perché contengono antiossidanti.

Cibo a base di granchi, aragoste e gusci dei gamberi hanno un discreto contenuto di glucosamina che contribuisce alla protezione della cartilagine dell’animale e la condroitina che previene, nutrendole, le articolazioni.

Anche cibi con contenuto di probiotici e prebiotici mantengono il giusto equilibrio della flora batterica dell’intestino con vantaggi per tutto l’organismo, detti nutrienti sono presenti nei cibi come i vegetali e introdotti nella dieta del cane lo aiutano ad avere una buona digestione e a evitare fastidiosi eventi di feci molli.

È sempre consigliato consultare un veterinario

Il cane maltese può essere abituato a qualsiasi regime alimentare più confacente allo stile del padroncino, ossia a cibo comprato all’esterno e quindi confezionato oppure ad una dieta di tipo casalingo, ma in ogni caso è bene fare un consulto con il veterinario per capire quali sono gli alimenti giusti e i valori nutrizionali da fornire al cane; una cosa certa è che i pasti devono essere due al giorno in orari differenti.

È quasi superfluo ricordare che generalmente l’alimentazione di un cane maltese, come per qualsiasi altro cane, varia con il variare dell’età, del genere e dal tasso di movimento cui è abituato e quindi alle energie da reintegrare, forse per il maltese l’ultima notazione è eccessiva.

Nutrienti del cane maltese

L’alimentazione di un cane maltese deve contenere cibi di qualità, i pasti vanno gestiti al meglio dei valori nutritivi utili a fornire un’alimentazione corretta e sana. 

I seguenti valori nutritivi non devono mancare nel pasto del maltese.

Proteine e carboidrati

-Le proteine: forniscono al maltese il giusto apporto in fase di sviluppo dei muscoli e di altri tessuti dell’organismo, del sangue e sono funzionali per la rigenerazione cellulare dell’organismo e dei tessuti.

-I carboidrati: costituiscono l’apporto immediatamente disponibile di energie per superare gli sforzi necessari per correre, per salire le scale, un gioco al parco e altro.

Sono utili al cane per digerire in quanto i carboidrati contengono molte fibre e molti zuccheri.

Grassi e minerali

-I Grassi: forniscono ulteriore carica energetica e hanno la funzione di trasportare le sostanze nutritive nelle altre zone dell’organismo del cane e sono utili alla crescita delle articolazioni e al potenziamento del sistema nervoso.

-I minerali: sono indispensabili per la crescita e la conservazione e protezione dei tessuti dell’organismo; i minerali che non devono mai mancare nei pasti e che devono essere maggioritari al fine di prevenire possibili disfunzioni nell’organismo canino sono il calcio, il potassio, il magnesio, il sodio e il cloro; mentre i minerali utili, ma in dosi minimali per evitare intossicazioni, sono il manganese, il ferro, lo iodio.

Le vitamine

-Le vitamine: sono indispensabile per il cane maltese, il loro apporto consente all’organismo di essere sano e a salvaguardare e rafforzare il suo sistema immunitario.

Le vitamine più importanti da somministrare sono il ferro, il potassio, lo zinco, il magnesio, il selenio, il calcio e le vitamine dei gruppi E, C, D, K; queste vitamine sono preziose ed essenziali per far vivere il cane in perfetta salute e sono reperibili oltre che in forma di integratori, previo consulto con il veterinario per stabilire quali vitamine sono da preferire e le dosi, anche nei cibi ordinari come uova, fegato e negli oli di origine vegetale.

Quantità e alimenti per il Maltese

Le quantità del cibo nei pasti del cane maltese è dipendente da variabili comuni per tutti i cani, essa dipende dall’età e di quanto l’apporto energetico diminuisce durante la giornata a causa del dispendio di energie.

Per l’età compresa tra il primo e il secondo mese di vita, l’alimentazione di un cane maltese deve avvenire esclusivamente tramite il latte materno; mente dal terzo mese in avanti gli si possono far mangiare le crocchettine a basso tenore di grassi, che sono molto digeribili e che si possono trasformare in pappa con l’aggiunta di acqua calda, così da non correre il rischio di stressare l’ancora delicato apparato intestinale del cagnolino.

Dai tre mesi ai nove mesi si consigliano tre pasti al giorno in quantità che non superino i 100 grammi di crocchette.

Successivamente ai nove mesi di età è possibile passare ad un’alimentazione a base di carni bianche ripulite dalle ossa, dal pesce ripulito da ogni lisca e da contorni di verdure cotte oppure dal riso.

In questa fase, che si considera adulta, al maltese possono essere somministrati due pasti giornalieri con dosi di 100 grammi a pasto.

Se il maltese è un campione dell’agility, ma anche se non lo è ma fa sport di frequente, la dose giornaliera può essere aumentata anche del 20%.

Dieta denominata Barf

Alcuni esperti di cani consigliano la dieta denominata Barf che consiste nel somministrare pasti di carne cruda con pasta, riso e verdure nella quantità percentuale dal 6 all’8 per cento del peso del cane, se cucciolo per 3 o 4 volte al giorno fino a sei mesi di età.

Di converso altri esperti del settore la sconsigliano in quanto la carne cruda può creare nel cucciolo problemi di ostruzione e soffocamento, oltre a problemi intestinali pesanti dovuti ai batteri che si ingeriscono con la carne cruda.

Altri esperti asseriscono che la migliore alimentazione di un cane maltese, è quella del cibo cucinato per le esigenze umane quotidiane, cioè quello fatto in casa, che comprende la carne, il pesce, le verdure; in effetti questa dieta è sana e varia nei nutrienti e soddisfa le esigenze del cagnolino in quanto il cibo è di qualità e con le giuste quantità, in altre parole, ogni padroncino sa cosa mangia il suo cucciolo.

Di seguito alcuni alimenti vietatissimi ai cani maltesi perché tossici: cioccolato, cacao, caffe, thè, alcol, caramelle, gelati, uva, ciliegie, ossa di pollo o coniglio, noci e mandorlati, costolette e carne di maiale, patate, lenticchie, aglio, cipolle e fagioli, peperoni, melanzane, pomodori, funghi.

Cerchi altre informazioni riguardanti il Maltese?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *