razza barboncino

Qual è la migliore alimentazione per un cane barboncino?

Qual è la migliore alimentazione per un cane barboncino?

Qual è la migliore alimentazione per un cane barboncino?

In questo articolo parleremo dell’alimentazione per un cane barboncino, di quali sono le esigenze della sua razza, i suoi cibi preferiti e quelli da evitare.

I barboncini derivano dalla razza Barbone, una razza di origine francese che fu molto apprezzata anche a corte all’epoca dei Re Luigi.

I barboncini come li conosciamo oggi si distinguono in tre tipologie: il barboncino standard o medio; il barboncino nano; il barboncino toy.

Sono cagnolini vivaci e di bell’aspetto, dolci e gioiosi che amano giocare e sono fedeli alla famiglia adottiva, sono socievoli e molto intelligenti.

Le tre tipologie suddette differiscono tra di loro solo ed esclusivamente per le dimensioni. 

I barboncini: esigenze nutrizionali

L’alimentazione per un cane barboncino, necessita di un buoni valori nutrizionali,tali da fornirgli grandi energie che consuma durante tutto il giorno, quindi è importante per la salute del cane ricercare sempre prodotti di qualità e di provato valore energetico.

Si premette che le quantità sotto riportate riguardo alle calorie che vengono somministrate ai barboncini, indipendentemente dalla tipologia, sono state calcolate tenendo conto di tutti i pasti giornalieri e degli apporti di crocchette o biscottini o altro ancora che ogni padroncino elargisce.

Barboncino Standard: calorie occorrenti

L’alimentazione per un cane barboncino di questa tipologia, ovvero la taglia più grande dei barboncini, un cane adulto pesa dai 20 ai 35 chilogrammi, ed ha un’altezza al garrese di massimo 55 centimetri.

Un barboncino medio che giornalmente si muove con esercizi fisici importanti, ma nella media, spende circa 1300 calorie al giorno e quindi per mantenersi in perfetta salute ne deve assumere altrettante; mentre per barboncini più pigri può bastare l’assunzione di 1000 calorie giornaliere.

I barboncini però sono anche adatti a funzioni lavorative, come nei circhi, e quindi sono soggetti a esercizi fisici di addestramento che sono continuativi e dispendiosi, in questi casi dovrà assumere anche fino a 2000 calorie giornaliere.

Poiché il barboncino standard, come suddetto, va dai 20 ai 35 chilogrammi di peso è bene controllare le effettive esigenze nutrizionali dell’esemplare così da capirle esattamente e provvedere alla giusta somministrazione di cibo e quindi di calorie necessarie.

Barboncino nano: calorie occorrenti

L’alimentazione per un cane barboncino di questa tipologia, ovvero di taglia più piccola, sono annoverati tra i cani che rientrano nella categoria dei cani di piccola taglia.

Un barboncino nano adulto raggiunge il peso corporeo di circa 8 chilogrammi, la sua altezza al garrese varia da 25 a 35 centimetri, pur essendo di carattere brioso non svolge grande attività fisica, a parte qualche passeggiata, le sue energie vengono spese prevalentemente nel gioco da solo o con i bambini di famiglia.

La sua esigenza giornaliera di cibo da ingerire è pertanto pari a circa 500 calorie.

Anche in questo caso bisogna capire esattamente l’esigenza calorica del cagnolino ossia controllare che il cibo che si somministra sia bastevole per le giuste esigenze energetiche che i cane richiede, in alcuni casi si è osservato che barboncini nani avevano bisogno di assumere fino a 800 calorie giornaliere che è lo standard per soggetti nani molto attivi fisicamente.

Barboncino Toy: calorie occorrenti

Sono i barboncini classificati nella razza canina più piccola fra tutte, i barboncini Toy arrivano a pesare al massimo tra i 3 ed i 4 Kg.

L’alimentazione per un cane barboncino Toy, a crescita avvenuta la loro altezza al garrese non supererà i 25 centimetri e le loro dimensioni ridotte richiedono la somministrazione di cibo che fornisca loro circa 250/300 calorie giornaliere in caso di moderata o nulla attività fisica, mentre per barboncini Toy più vivaci e più attivi fisicamente bisogna incrementare le calorie con valori di somministrazioni di cibo che possono fornire fino 450 calorie giornaliere.

Considerazioni sull’alimentazione del barboncino

La dieta, intesa come quantità di cibo da assumere, per un barboncino è funzione di tante componenti che devono essere correttamente considerate in base alla tipologia del cane ed al suo peso corporeo ed è così perché questa razza e le sue derivazioni variano in un campo largo che va dai 3 chilogrammi ai 30 chilogrammi.

Un altro fattore da considerare per un corretto monitoraggio delle calorie è l’attività fisica del cane e il suo stile di vita, la sua attività giornaliera e calcolare la maggiore quantità di cibo rispetto alla media conosciuta; oppure viceversa la diminuzione della quantità per cani pigri e amanti del divano, la diminuzione dell’apporto calorico è fondamentale per scongiurare obesità e altre patologie dovute all’immobilismo, in ogni caso è sempre bene costringere il cane a fare passeggiate salutari.

L’alimentazione per un cane barboncino varia tra quando è un cucciolo a quando è anziano

Anche i cani oramai anziani hanno minore necessità di apporto calorico e quindi occorre diminuire la quantità di cibo.

Per cui è bene stare sempre attenti a diversificare le porzioni di cibo in funzione delle sue effettive necessità di crescita e di sviluppo.

Proprio in quest’ottica per i cuccioli di barboncino può essere pensata un tipo di dieta appositamente preparata per loro, e/o una dieta anche per lo svolgersi della vita anche dopo lo svezzamento da cucciolo.

Un consiglio che possiamo dare, nel caso di dubbi o incertezze, è quello di rivolgersi al veterinario che lo ha in cura oppure inizialmente all’allevatore che lo ha accudito per i primi due mesi e che hanno notevole esperienza in fatto di cibo da dare ai cani e che saranno prodighi di consigli per mantenere, o per prevenire patologie, con la dieta la buona salute il nostro amico a quattro zampe.

È bene sapere che tutti i prodotti alimentari dedicati al consumo da parte dei cuccioli di cane devono essere ricchi di sostanze come calcio e fosforo e il loro rapporto deve corrispondere a 1,2/1,5 parti di calcio per ogni parte di fosforo e questo per fare in modo che non vi siano eccessi o carenze di calcio che è fondamentale per lo sviluppo delle ossa del cane.

Alimenti da evitare

Dopo aver visto quante calorie da somministrare alle tre tipologie di barboncini e visto il corretto rapporto calcio/fosforo da tenere in conto per una correttaalimentazione per un cane barboncino, non possiamo esimerci di raccomandare i cibi che fanno male al barboncino e che sono assolutamente vietati per evitare spiacevoli effetti sul benessere psicofisico del cane.

Si sconsiglia la somministrazione di cibi fritti, di cereali, ossa di qualunque genere e di qualsiasi animale, cioccolato e dolci in genere, latte con lattosio e derivati del latte e qualunque insaccato industriale.

Non è né etico né salutare propinare al cane gli avanzi e gli scarti del proprio cibo, mai dimenticare che l’alimentazione del cane deve essere sempre sana e bilanciata.

Cerchi altre informazioni riguardanti il Barboncino?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *