razza Spitz di Pomeriana

Cane Spitz maschio o femmina? Ecco le differenze tra i sessi

Cane Spitz maschio o femmina? Ecco le differenze tra i sessi

Cane Spitz maschio o femmina? Ecco le differenze tra i sessi

Differenze caratteriali tra un cane Spitz maschio o femmina.

Per un cane spitz in linea di massima il carattere è indipendente dal sesso, ma alcune caratteristiche sono peculiari per il cane Spitz maschio o femmina.

Ad esempio le cagnoline spitz si comportano in modo materno con i bambini e con atteggiamenti dolci e misurati, insomma una compagna di giochi eccellente; senza dimenticare l’educazione che va impartita ad entrambi per un rapporto rispettoso e sicuro.

I cani Spitz maschi

I cani spitz maschi sono altrettanto affettuosi ma possono dimostrarsi molto più vivaci ed il loro carattere li porta ad esaltarsi fino a diventare esagitati, con la possibilità di combinare qualche piccolo guaio casalingo.

Non bisogna dimenticare che il cagnolino maschio è fortemente territoriale e quindi tende a marcare il territorio, la casa, sono molto più sospettosi e non accettano altri cani con i quali divengono rissosi specialmente verso quelli dello stesso sesso.

Alcuni esperti dichiarano che le femmine dello spitz sono di intelligenza superiore a quella del cagnolino e in ogni caso molto più ubbidienti, ma forse questa impressione è dovuta in special modo al modo di stare in posa meditativa da parte delle cagnoline e perché meno irruente rispetto allo Spitz litigioso e più impulsivo.

Dimorfismo sessuale

Indipendentemente dalla razza canina si sa bene che i cani maschi sono di taglia più grande e di muscolatura più forte da quella della cagnolina femmina; queste differenze tendono a minimizzarsi nel caso dei cani di taglia piccola come le razze nane e toy, come i cani spitz.

Questo ci porta a considerare che chi ha poco spazio in appartamento la presenza di una cagnolina, sia per taglia sia per carattere è da preferire, viceversa nessun limite alla scelta tra un cane Spitz maschio o femmina è preclusa a chi ha spazi a disposizione.

Il calore

Il calore è un aspetto da considerare e da tenere in debito conto quando si vuole adottare una cagnolina spitz.

Le cagnoline impiegano un anno per raggiungere la piena maturità dello sviluppo sessuale, e la prima volta che va in calore lo fa per alcune settimane.

Dopo la prima volte la cadenza del calore si sussegue ogni sei/sette mesi circa; questa condizione comporta la perdita di flusso che può essere arginato con l’uso di appositi pannolini.

Invece il cane maschio non conosce limitazioni ed è sempre pronto all’accoppiamento e sempre pronto a riprodursi.

Nel caso in cui il calore della cagnolina dovesse risultare non congruente con la vita di appartamento è bene che si opti per la sua sterilizzazione.

Problemi di salute

Una sostanziale differenza tra un cane Spitz maschio o femmina, in generale è riferito alle patologie distintive tra i due generi.

I problemi che ne derivano sono per lo più legati agli organi dell’apparato riproduttivo per le femmine che possono sviluppare delle neoplasie alle mammelle o all’utero.

I maschi invece possono sviluppare tumori ai testicoli e alla prostata.

Per prevenire queste complicanze e ridurre i rischi sia per i maschi, sia per le femmine è consigliabile ricorrere alla sterilizzazione.

Scelta del secondo cane

Può succedere in alcune circostanze che la scelta se prendere un cane Spitz maschio o femmina ricorra quando si è deciso di prendere un secondo cane in casa.

In questi casi la scelta deve essere molto meditata.

Si deve tenere conto del carattere del cane che è già in casa e che è già componente della famiglia e di cui si conoscono le abitudini e il modo di porsi.

Solitamente, in base all’osservazione di altri casi, la percentuale maggiore di buona riuscita è appannaggio dell’accoppiata maschio-femmina rispetto a due cani dello stesso genere e si capisce anche il perché, ogni cane vede l’altro cane, sia esso maschio o femmina come un rivale con il quale fare i conti rispetto alla territorialità acquisita per l’uno, da conquistare per l’altro.

Adottare dallo stesso allevatore o da un luogo diverso

È chiaro che se i cuccioli sono adottati entrambi nello stesso tempo e crescono insieme in armonia non si porranno problemi di convivenza.

Se proprio si vuole far convivere sotto lo stesso tetto una coppia di genere diverso allora è bene che uno dei due cani sia sterilizzato.

In generale sono queste le problematiche che coinvolgono le scelte da effettuare, ogni decisione deve essere solo improntata su considerazioni personali, ma più che il sesso è bene concentrarsi sulla scelta della razza, della taglia, e sul tempo che si riesce a dedicare all’addestramento e all’educazione del cane, nonché sulla disponibilità di tempo libero per delle passeggiate e su momenti di gioco, il cane Spitz è l’ideale per una vita d’appartamento e di compagnia, di protezione e di buon cibo e il cane saprà ricambiare con gesti di grande affetto e riconoscenza.

Conclusioni: cane Spitz maschio o femmina?

Quanto sopra scritto ha evidenziato che gli aspetti riguardanti l’istinto sessuale, o di peso, oppure di taglia, non hanno grande importanza o un aspetto preponderante sulla scelta di prendere un cane Spitz maschio o una femmina.

Sia il genere maschile, sia il genere femminile si comportano in modo simile, sono entrambi più o meno socievoli o timidi.

L’educazione che si impartisce al cane è il discrimine sulla futura convivenza proprio perché forgiano il carattere del cane, preferibilmente quando è cucciolo, e, tenere presente che le notizie riguardo al carattere sono sempre riferite alla media dei casi osservati.

Per quanto attiene il cane Spitz esso è affabile e socievole ma è un cane indipendente, cioè è un cane con spiccata personalità che potrebbe avere un carattere particolare e tutto suo e non rientrante nella media di comportamento degli altri cani.

Conclusioni finali

Se dunque la scelta di prendere un cane Spitz maschio o femmina non è fondamentale, è bene sapere che bisogna avere pazienza nell’insegnare ogni cosa sin dall’inizio e avere contezza del tempo libero che gli si deve dedicare.

L’addestramento/educazione del cucciolo deve essere improntata tenendo conto che deve convivere in famiglia e imparare da subito a socializzare è fondamentale.

È da questo insegnamento che segue l’empatia necessaria per impartire i comandi base nel modo giusto affinché il cane li possa comprendere al meglio, li impari e li esegua.

Specialmente per quello che riguarda il rispetto della zona della casa dove fare i bisogni e che il padrone ha stabilito, anche se non subito saprà presto dove andare anche da solo.

Cerchi altre informazioni riguardanti il cane Spitz?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *