razza barboncino

Perchè prendere un cane barboncino?

Perchè prendere un cane barboncino?

Perché prendere un cane barboncino

State pensando di prendere un cucciolo? In questo articolo vi illustreremo i motivi per cui prendere un cane barboncino potrebbe essere la scelta giusta per voi.

Il barboncino è un cane da appartamento perfetto per la sua piccola taglia e la sua intelligenza sorprendente.

È leale, affettuoso e un cane da compagnia ideale.

Sull’origine della razza del Barbone, da cui il barboncino discende, non vi sono ancora certezze definitive, alcune prove indicano che il Barbone ha avuto le sue origini in Francia.

Infatti, la prima menzione di un Barbone risale al 1585 quando un visitatore italiano a Parigi lo descrive come un “cagnolino simile a un barboncino”.

I francesi la considerano una razza autoctona e quindi l’origine più probabile di questa razza è la Francia.

Il barboncino è un cane molto conosciuto e altamente diffuso in Italia, tanto che   esistono molti allevamenti impegnati solo per questa razza e per tutte le sue derivazioni come i cagnolini toy e il barboncino nano.

Caratteristiche della razza del barboncino

L’andatura del barboncino è altera con movimenti aggraziati, tutti lo riconoscono per il suo caratteristico pelo arricciato, molti lo considerano un cane snob per tipi snob, forse perché i suoi antenati erano addestrati alle corti francesi, ma non è così.

Il colore del mantello può essere diverso e va dal nero al bianco, dal grigio al beige.

Le dimensioni del barboncino sono varie in relazione alla tipologia che prendiamo in considerazione, cioè se è di taglia media, di taglia nana, oppure di taglia toy.

La taglia media del barboncino è di misura inferiore al barbone originale e misura al garrese un’altezza compresa tra i 35 e 45 centimetri, la taglia nana ha altezza al garrese non superiore ai 35 centimetri; la taglia del barboncino toy è di dimensioni ancora minori e il valore dell’altezza al garrese spazia tra i 23 e 28.

Il carattere del barboncino

Il carattere del barboncino è sicuramente perfetto per convivere in una famiglia, è affettuoso, attento, sensibile, è molto espressivo ed è impossibile sentirsi soli quando c’è lui.

L’intelligenza non manca al barboncino anzi è una sua prerogativa tantoché impara velocemente anche esercizi complicati.

È un cane di compagnia ma la presenza di estranei che non appartengono alla sua “famiglia” lo portano ad abbaiare in maniera prolungata ed anche fastidiosa, la qual cosa richiede un addestramento specifico perché capisca le buone maniere considerato che è una razza molto ricettiva a nuovi insegnamenti diventa facile fargli capire il comportamento che deve mantenere in presenza di persone sconosciute.

Prendere un cane barboncino: cosa significa

Prendere un cane barboncino, implica che a voi come al barboncino piace fare lunghe passeggiate e trascorrere delle ore anche all’aria aperta, a questa razza piace particolarmente giocare con i bambini e trovare sempre nuovi stimoli utili per incrementare la sua intelligenza e dare gioia ai suoi piccoli amici; quindi per la sua attività prendere un cane barboncino non è consigliato ai tipi sedentari.

Il barboncino è longevo e può arrivare anche a 20 anni di vita, per il suo pelo è consigliabile la toelettatura periodica da parte di professionisti che sanno come trattarlo.

Perché scegliere un barboncino, i pregi

Il barboncino è un cane che si immedesima egregiamente nello stato d’animo del suo padrone, ne capisce i sentimenti e si immedesima nel suo carattere, si integra perfettamente nel modo di essere della sua famiglia adottiva e ne assume le caratteristiche principali, gli orari e le consuetudini, capisce subito se in casa tira aria buona o cattiva e si comporta di conseguenza in maniera gioiosa oppure se ne stà appartato in attesa di tempi migliori.

Il barboncino non ha l’indole di chi comincia le liti con altri cani e non litiga mai neanche con le persone, ecco perché è adatto al gioco con bimbi e di compagnia con anziani che hanno bisogno di serenità, è un cane che assume su di sé la responsabilità verso i suoi amici umani impegnandosi per farli sentire al sicuro.

Questa caratteristica protettrice dei suoi amici lo porta ad essere un cane che sa farsi rispettare senza per questo essere temerario o bellicoso, abbiamo prima detto che non è un cane litigioso.

Al barboncino piace molto l’acqua e una bacinella riempita d’acqua sul terrazzo farà la sua gioia, specialmente nei mesi estivi quando si sta a casa, se si è in vacanza al mare o al lago il problema si risolve da solo.

Addestrare il proprio cucciolo di barboncino

L’addestramento del barboncino è relativamente facile ed è aiutato molto dall’intelligenza dell’animale.

In ogni caso a nostro parere è opportuno contattare un educatore professionista.

Alla fine dell’educazione il cagnolino saprà rispondere ai tuoi comandi e capirà anche quelli nuovi, successivi, durante il resto della sua vita in famiglia.

Ed è proprio la famiglia il fulcro del benessere del barboncino, ogni costituente della famiglia è suo amico e desidera sempre la compagnia di qualcuno, non desidera che sia lasciato da solo, mai, neppure il giardino dove può correre liberamente riesce a non farlo sentire da solo, è bene saperlo prima di adottare un cane di questa razza.

Prendere un cane barboncino significa non avere problemi per quanto riguarda il cibo, visto che mangia di tutto, mangia due volte al giorno cibo umido, che siano crocchette o cibo casalingo.

Bastano poche settimane al cane per farti capire il cibo di suo gradimento, mentre da subito la ciotola dell’acqua sempre pulita deve essere a portata di muso.

Barboncino: toy, nano o medio

Come accennato all’inizio, quando si sceglie di prendere un cane barboncino, possiamo optare in tre tipologie in relazione alla sua taglia e li abbiamo distinti in medio o standard, nano e toy.

È bene ricordare che la decisione, per chiunque, di prendere in casa un cagnolino non è mai una costrizione, deve essere una presa di coscienza meditata e maturata considerato che il cane diventerà un nuovo membro della famiglia e non andrà mai abbandonato o tradito.

La scelta dipende per prima cosa, lo ripetiamo, dalla convinzione di avere il cane in casa e poi da quelle che sono le prerogative familiari e abitative oltre alla simpatia che il barboncino ispira, se invece sono i figli a scegliere lo faranno in base a loro insindacabile giudizio.

Per cui il colore, la grandezza o altre caratteristiche associate alla taglia diventano superflue e non di molto conto perché dipendono esclusivamente da scelte frutto di ragionamenti personali e se si è convinti di prendere un barboncino significa che ogni informazione è già stata ponderata, ragionata e acquisita e si è già preparati sulle caratteristiche del cane.

Cerchi altre informazioni riguardanti il Barboncino?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *